Studio Legale Associato Caroli Casavola - Coppola

Portale di assistenza legale e di informazione giuridica

Portale di assistenza legale e di informazione giuridica

Studio Legale Associato Caroli Casavola - Coppola

 

Le carte revolving, Insidie di un nuovo strumento di credito al consumo.

Una pratica commerciale che recentemente sta prendendo piede anche in Italia riguarda l’emissione delle cosiddette carte di credito revolving.

Questo nuovo strumento di finanziamento per il credito al consumo si distingue da una comune carta di credito per il fatto che consente di rimborsare il saldo delle spese di fine mese a rate.

Nelle attuali condizioni di crisi di liquidità, la revolving card sta trovando ampio utilizzo, ad esempio, per finanziare acquisti nelle grandi catene dei centri commerciali.

Tuttavia il professionista che propone tale forma di credito spesso omette di informare correttamente il consumatore circa le condizioni contrattuali di emissione della card.

L’acquirente è spesso inconsapevole del fatto, utilizzando una carta revolving, sta di fatto  chiedendo un prestito, ovvero la concessione di denaro che non viene prelevato direttamente dal conto corrente, almeno fino a quando il debito non venga onorato.

Due recentissimi casi di cronaca hanno messo in evidenza i problemi relativi all’emissione delle carte revolving.

 

Con Bollettino n° 36 del 28 settembre l'Antitrust (www.agcm.it) ha multato tre società finanziarie per pratiche commerciali scorrette.

L'istruttoria riguarda, tra l'altro, l'offerta di carte di credito e di carte revolving da parte di tali società  con l’adozione di comportamenti ingannevoli del Codice del Consumo..

 

Inoltre, è di oggi la notizia che la Procura della Repubblica di Trani, ha notificato ai legali rappresentanti per l'Italia dell'''American Express'' un'informazione di garanzia dopo un sequestro di carte di credito revolving, ''Gold Credit'' rilasciate dalla societa'.

I reati al vaglio sono truffa aggravata e usura aggravata in relazione ai tassi di interesse applicati. A detta degli investigatori i tassi usurai venivano applicati sugli interessi moratori, quando il titolare di card non pagava la rata in tempo utile.

Alla luce di tali avvenimenti è necessario prestare attenzione a modalità e condizioni di utilizzo di tali carte.

Benché le revolving card rappresentino uno mezzo per stimolare i consumi dilazionando i pagamenti, hanno costi non indifferenti, con tassi che in qualche caso possono rasentare dell’usura.

 

1 ottobre  2009

 

Vuoi essere informato sulla pubblicazione di nuovi articoli direttamente al tuo indirizzo e-mail?

Iscriviti alla Newsletter! Clicca qui


Come contattarci:

STUDIO LEGALE ASSOCIATO CAROLI CASAVOLA - COPPOLA

Via Alfonso Lamarmora, 2

73100 LECCE

Phone: +39 0832 349307

Fax: +39 1786034608

E-mail: francesco@pec.studiocarolicasavola.it