Studio Legale Associato Caroli Casavola - Coppola

Portale di assistenza legale e di informazione giuridica

Portale di assistenza legale e di informazione giuridica

Studio Legale Associato Caroli Casavola - Coppola

 

Illegittima l’emissione di una cartella esattoriale in pendenza di ricorso al Prefetto.

In materia di sanzioni ammi-

nistrative, è illegittima l’emis-

sione della cartella esattoriale

prima ancora che il prefetto si

sia pronunciato sul ricorso al

verbale di accertamento della multa.

A stabilirlo è la Cassazione con

la sentenza n. 26173 del 14

dicembre 2009.

Nella pronuncia i giudici della Suprema Corte precisano che fino a quando il Prefetto non decide sul ricorso, non sussiste alcun titolo esecutivo che possa dar luogo alla emissione di una cartella esattoriale di pagamento. Ne consegue che fino a tale momento non può essere preteso il pagamento in modo coattivo.

E se il giudice qualifica la domanda del responsabile della violazione come opposizione all’ordinanza-ingiunzione, anche se l’opponente ha fatto valere motivi riconducibili all’articolo 615 del Codice di procedura civile, la sentenza è impugnabile con il ricorso per cassazione e non con l’appello.

Nel caso al centro della vicenda, il ricorrente si era rivolto al giudice di pace per contestare la cartella di pagamento notificatagli mentre era ancora pendente l’ istanza davanti al prefetto con cui aveva impugnato il verbale a suo carico.

Tuttavia il giudice di pace non riconosceva le sue ragioni e così il diretto interessato si è rivolto alla Suprema Corte: a suo avviso, infatti, il verbale non poteva acquisire titolo esecutivo e quindi non si poteva iniziare l’iter esattoriale.

Nell’accogliere il ricorso, i giudici di legittimità sottolineano come la decisone di merito non abbia considerato che in pendenza del ricorso al prefetto e “dunque fino a quando quest’ultimo non decide in proposito, non sussiste alcun titolo esecutivo che possa dar luogo all’emissione di una cartella esattoriale di pagamento”. Con la conseguenza che “illegittimamente” è stata emessa la cartella esattoriale  impugnata in quanto il prefetto non si era ancora pronunciato sul ricorso proposto dall’attuale ricorrente contro il verbale di accertamento.

 

3 febbraio 2010

 

 

Vuoi essere informato sulla pubblicazione di nuovi articoli direttamente al tuo indirizzo e-mail?

Iscriviti alla Newsletter! Clicca qui

Come contattarci:

STUDIO LEGALE ASSOCIATO CAROLI CASAVOLA - COPPOLA

Via Alfonso Lamarmora, 2

73100 LECCE

Phone: +39 0832 349307

Fax: +39 1786034608

E-mail: francesco@pec.studiocarolicasavola.it